battiscopa, timido protagonista

Il battiscopa è come il maggiordomo nei romanzi gialli: sta in disparte e non si fa notare, ma nello sviluppo della trama non va mai trascurato.

Il battiscopa, come suggerisce la parola, serve a proteggere il muro dagli urti della scopa o dell’aspirapolvere, durante le pulizie della casa; nasce perciò come elemento puramente funzionale ed è di conseguenza spesso sottovalutato, dimenticato e scelto all’ultimo minuto.

Le sue potenzialità nel caratterizzare l’arredamento sono in realtà da prendere attentamente in considerazione, tanto più in virtù della sua imprescindibile presenza.

Le scelte più tradizionali sono di legno in tinta con le porte e le finestre, in ceramica o legno a proseguimento del pavimento; l’altezza varia a seconda del gusto ma di norma non è mai inferiore ai 4 cm, altrimenti non svolgerebbe la sua funzione primaria.

Alcune soluzioni un po’ più innovative potrebbero risultare interessanti:

  • Filo muro evita l’inestetismo della sporgenza e i problemi che questa dà nell’accostare i mobili al muro;
  • In alluminio, con look moderno, è idoneo al passaggio dei cavi elettrici, very smart!!
  • Con luce led integrata diventa un elemento d’arredo e d’illuminazione, utile come segna-passo o puramente decorativo;
  • Radiante! Nelle versioni più futuriste questo timido elemento d’arredo può ospitare anche corpi radianti o rinfrescanti.

Alcuni utilizzi sono davvero sorprendenti, non trovate?

Fonte immagini: google images
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...